fbpx

Tiziano Canello

Sono un neo-laureato alla laurea magistrale di psicologiaScienze del Corpo e della Mente” all’università di Torino. Lo sfondo teorico da cui provengo sottende un pensiero scientifico che riguarda la neuropsicologia e le scienze cognitive, ma soprattutto lo stretto legame che lega queste discipline (della mente) con il corpo. La questione della coscienza è infatti il mistero che mi ha sempre affascinato, direi sin da bambino, dando luce ad una serie di interrogativi che mi hanno portato a superare il vecchio paradigma dualista cartesiano e a sperimentare diverse pratiche psico-corporee. Principalmente lo yoga (che pratico quotidianamente da 7 anni), la meditazione e la respirazione Olotropica (su cui ho basato la mia tesi di laurea e condotto alcuni studi sperimentali con l’Università di Torino).

In parallelo, ho condotto workshop anche con danzatori di ispirazione butoh e ho tentato di esprimermi in alcune performance artistiche incentrate sull’intuizione del corpo vivo quale ipostasi del soggetto.

Affascinato dalla cultura orientale e nel tentativo di accedere a questa visione olistica dell’uomo, ho esplorato anche le pratiche del tai-chi, del qigong e del massaggio Shiatsu (completando il primo anno con la scuola di Shiatsu IRTE).
Alla ricerca nel campo della psico-fisica cerco di associare un’attività di impegno sociale, credo infatti che lo sviluppo ed il cambiamento non possano essere solo interiori, ma necessitino un lavoro situato nel nostro sistema naturale e sociale.
Mi interessano gli stati non ordinari di coscienza, su cui è incentrata la mia attività di ricerca in Università, e il nesso fra psiche e respiro.

Sono abilitato all’insegnamento del metodo “Breathe” da Fabio Andrico dal 2020.

ATTIVITÀ E SERVIZI PROFESSIONALI

CORSO “RESPIRO LIBERO E ARMONIOSO”

Lo scopo del corso è prendere coscienza del proprio respiro attraverso una serie di esercizi corporei e meditativi (che veicolano l’attenzione), sviluppati da Fabio Andrico, maestro di hatha yoga e yantra yoga.
Facendo esperienza dell’atto respiratorio nelle sue diverse fasi, si affina la percezione dei suoi effetti sul corpo esplorando i nostri diaframmi. Si riesce così a giungere all’acquisizione di una respirazione completa, da alcuni definita “libera” o “decondizionata”: la possiamo infatti osservare nei neonati ancora liberi da tensioni fisiche e psicologiche che limitano il flusso, l’adattabilità e la spontaneità del nostro respiro, condizionandolo. Così facendo, si comprende come il respiro muti insieme al nostro vissuto, e come può a sua volta modificarlo.
Apprendere a radicarsi e ad esplorare coscientemente la respirazione significa iniziare a comprendere le relazioni tra psiche e corpo, a non farsi limitare da una loro disarmonia. Significa oggi, in tempi di severe patologie respiratorie, d’ansia e complessità, riconnettersi ad un proprio, intimo, ritmo.

    Contattaci

    Siamo a tua completa disposizione per il tuo benessere!

    Via Michele Schina, 15 10143 Torino (TO)

    +39 011 19706259

    +39 339 3208028

    info@oasistorino.it

    Lascia un messaggio

    Policy Privacy

    7 + 5 =